Da spray a tessuto. L’abito sfoggiato da Bella Hadid alla Parigi Fashion Week

Bella Hadid - Vestito spray Coperni

Da spray a tessuto. L’abito sfoggiato da Bella Hadid alla Parigi Fashion Week Per giorni non si è parlato d’altro nel mondo della moda. Subito virale il video dell’abito spruzzato direttamente sul corpo seminudo della modella Bella Hadid. Di cosa è fatto lo spray dress e perché potrebbe essere una tecnologia ecologica?

Seguimi su Instagram

Parigi, 1° ottobre 2022. Lo show P/E 2023 di Coperni alla Parigi Fashion Week ha stupito tutti sul finale con una rivoluzionaria chiusura inaspettata.

La top model Bella Hadid ha calcato la passerella seminuda per poi essere ricoperta da uno spray bianco. Non si è trattato di pittura, bensì di una fibra speciale.

In un primo momento i presenti hanno pensato alla body art ma lo spray, a contatto con l’aria si è subito trasformato in tessuto, vestendo la modella di un abito bianco luce, letteralmente spruzzato e modellato sulla sua silhouette.

Bella Hadid - vestito spray Coperni

Il brand Coperni

Il brand Coperni Femme è nato nel 2013 dai designer francesi Sébastien Meyer e Arnaud Vaillant.

Dopo la loro esperienza come direttori creativi di Courrèges hanno deciso di diffondere la mission alla base delle loro creazioni: l’assoluta centralità della persona.

Il brand, infatti prende il nome dall’astronomo Nicolaus Copernicus a cui si attribuisce l’invenzione della teoria eliocentrica e, come il sole è al centro del sistema solare e dell’universo, così ogni individuo è al centro della filosofia della marca francese.

I creativi designer sono molto apprezzati per le invenzioni pratiche ma al contempo originali e innovative come il modello Swipe della borsa Coperni dalla caratteristica forma ad arco.

Borsa Swipe Coperni

L’innovativo prodotto che spruzza abiti sul corpo

La collezione Coperni P/E 2023 è stata presentata nel Museo Nazionale delle Arti e dei Mestieri di Parigi, per la precisione, nella Salle des Textiles, dedicata all’esposizione di filati e macchine per tessere.

Come mostrato dai numerosi video virali sul web, lo show si è concluso con una performance spettacolare che ha lasciato tutti a bocca aperta.

La modella statunitense Bella Hadid è entrata in passerella con indosso solo uno slip di colore nude e scarpe bianche sfilando verso il centro della pedana.

È stata poi subito raggiunta da due tecnici che le hanno spruzzato direttamente sul corpo una soluzione che in poco tempo, solidificandosi, è diventata tessuto da modellare sulle sue linee delicate.

Si tratta dell’innovativo prodotto dell’azienda Fabrican Ltd ideato da Torres.

È un liquido spray composto da fibre di cotone e materiali sintetici integrati in una soluzione polimerica che a contatto con il corpo evapora dando quindi vita a un dress spray.

Il tessuto può essere nuovamente trasformato in soluzione, pronto per essere riutilizzato.

Definiti i bordi dell’abito, modellando le spalline e realizzando uno spacco rilevante, la straordinaria Bella Hadid ha sfilato con amabile grazia, davanti agli occhi increduli degli spettatori.

Alexander McQueen 1998 e l’assonanza con lo show di Coperni

Gli esperti e gli appassionati di moda hanno riconosciuto una certa assonanza tra la chiusura dello show di Coperni e l’iconico momento della sfilata P/E 1999 di Alexander McQueen.

Il  28 settembre del 1998 la collezione di Alexander McQueen, apparentemente semplice e monocromatica, ha sfilato in un deposito di camion.

Sul finale però si è rivelata uno spettacolo tecnologico con protagonista la modella, ballerina e attrice Shalom Harlow con indosso un abito bianco senza spalline.

L’elemento inaspettato che ha incantato il pubblico è stata la danza improvvisata dalla modella su una pedana in legno rotante mentre due braccia meccaniche hanno iniziato a spruzzare una tintura gialla e nera sul suo vestito bianco.

La modella si è trasformata in una vera e propria tela umana, è divenuta il supporto di un disegno unico, realizzato sul momento.

In quell’instante, arte, moda e tecnologia sono diventate una cosa sola, così come nel defilé parigino di Coperni.

Alexander McQueen sfilata 1998

Moda e scienza per una tecnologia sostenibile

Lo spray dress di Coperni indossato da Bella Hadid torna a far riflettere sulla moda e sul desiderio di sognare e spingersi verso la creatività estrema.

I due stilisti francesi hanno spiegato che l’intera collezione è stata pensata tenendo conto delle innovazioni scientifiche dei materiali, in quanto è loro dovere provare cose nuove e mostrare il futuro.

Inoltre, la tecnologia adoperata per la realizzazione dell’abito è un ottimo alleato dell’ambiente poiché si tratta di fibre che possono essere trasformate nuovamente in soluzione liquida e impiegate per dare vita a un nuovo abito. Il sistema può essere utilizzato per creare un capo di moda intero o per riparare abiti danneggiati.

Ed è così che moda e scienza si sono nuovamente incontrate per generare un momento spettacolare che sancisce il ritorno della moda come forma d’arte che meraviglia.

Seguimi su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *