TORINO LA MOSTRA DI DALì MAESTRO DI ARTE E ISPIRAZIONE DI MODA

Mostra Salvador Dalì Torino Palazzina di Caccia di Stupinigi

Quale momento migliore per ammirare i capolavori di Salvador Dalì se non dopo il défilé di Schiapparelli alla Parigi Fashion Week? A Torino la mostra dell’artista che ha ispirato la moda onirica e surreale.

Seguimi su Instagram

Alla Palazzina di Caccia di Stupinigi di Nichelino (Torino), fino al 19 febbraio 2023, è possibile visitare la mostra di Salvador Dalì. The Exhibition, prodotta da Next Exhibition in collaborazione con la società The Dalì Universe, curatrice di una tra le più grandi collezioni private di opere dell’artista.

Si tratta di una mostra unica nel suo genere che rivela un aspetto sconosciuto del lavoro creativo dell’artista composto dalle apprezzatissime sculture monumentali, ma anche sculture museali in bronzo, grafiche illustrate a colori e i capolavori in vetro e in cristallo.

DI MODA IL SURREALISMO

Il surrealismo, il movimento artistico e letterario d’avanguardia nato negli anni ’20, dialoga e ispira da sempre i grandi designer del passato e gli stilisti contemporanei.

La giornalista Sofia Gnoli nella sezione News del numero di gennaio 2023 di Vogue Italia scrive dell’eccentricità della moda di stagione. Menziona proprio la mostra di Salvador Dalì di Torino, come evento artistico che anticipa quest’attitudine al surreale.

Salvador Dalì, il visionario eccentrico pittore, scultore, fotografo, scrittore e sceneggiatore, è stato un grande amante della moda. Il sodalizio che ha avvicinato arte e moda è stato con la stilista Elsa Schiapparelli. Ancora oggi le collezioni della celebre maison di moda si ispirano al grande artista. Sono seguite poi collaborazioni con stilisti come Coco Chanel e Paco Rabanne.

LE OPERE D’ARTE DELLA MOSTRA, IN PASSERELLA

L’esposizione inizia con una serie di fotografie in bianco e nero dell’artista, ricordato per la sua personalità stravagante, per i suoi iconici baffi e per la sua creazione artistica.

Mostra Salvador Dalì Torino

Osservando la collezione della mostra di Dalì è possibile aggiungere una lente fashion con cui ammirare opere che hanno ispirato i grandi designer di moda.

Addentrandosi si riconosce istantaneamente la scultura Nobiltà del tempo da cui ha tratto ispirazione il noto produttore di gioielli Cartier realizzando l’orologio Crash de Cartier in edizione limitata e numerata, in oro rosa con diamanti. Il caratteristico simbolo Daliniano del tempo ritorna anche nel quadro La persistenza della memoria del 1931. 

Nobiltà del tempo Dalì e Orologio Cartier
In ordine: l’orologio Crash de Cartier, il quadro La persistenza della memoria e la scultura Nobiltà del tempo di Dalì

Ammirando le illustrazioni dell’artista, in particolare la grafica del telefono aragosta, è facile il rimando all’abito aragosta di Elsa Schiapparelli del 1937. Il long dress in organza di seta leggera, decorato con l’illustrazione del crostaceo lungo tutta la gonna. Una delle loro creazioni più iconiche che attirò l’attenzione dell’attrice Wallis Simpson, futura duchessa di Windsor, tanto da indossarlo nel 1935.

abito aragosta di Elsa Schiapparelli Dalì
L’abito aragosta di Elsa Schiapparelli del 1937 e la grafica del telefono aragosta di Dalì

La scultura della Donna in fiamme unisce due dei temi preferiti di Dalì: il fuoco e una figura femminile compartimentata da cassetti che per l’artista simboleggiavano l’inconscio. L’allure di mistero che avvolge la donna senza volto viene ripreso dal tailleur con cassetti di Schiapparelli.

Donna in fiamme Dalì, abito Schiapparelli
La Donna in fiamme di Dalì e il tailleur con cassetti di Schiapparelli

CURIOSITÀ …

La scultura che scaturisce una forte emozione è l’Uomo con farfalla. La raffigurazione della carta dei Tarocchi Daliniani del “ Diavolo”, delinea una figura che cade verso l’ignoto tenendo in alto una farfalla che rappresenta metamorfosi e trasformazione.

La citazione dell’artista

Non aver paura della perfezione. Non la raggiungerai mai.

eleva l’opera che prende le distanze dal banale quotidiano del mondo terreno.

Uomo con farfalla mostra Dalì
L’uomo farfalla di Dalì

La sezione della mostra adatta anche ai più piccoli ma che diverte e appassiona tutti è quella dedicata all’esposizione dei loghi dei leccalecca Chupa Chups disegnati da Dalì e al quadro del famoso rinoceronte dell’artista realizzato con chiodini STABILO.

… E INFORMAZIONI PRATICHE

È possibile visitare la mostra nella Palazzina di Caccia di Stupinigi, Piazza Principe Amedeo 7 – Stupinigi

Quando?

Dal Martedì al Venerdì 10 – 17.30

Sabato e Domenica 10 – 18.30

Lunedì chiuso

Biglietti a partire da 13 euro acquistabili in biglietteria o su Ticketone.  

Seguimi su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *